Scritti da Saturno

di Rossella Arena

Categoria: amore

Guarire.

Guarire significa vedere: se stessi e gli altri, con gli occhi dell’amore.

Si può guarire da una malattia, da un pensiero rigido, da un’emozione non in equilibrio. Si guarisce quando si accetta di dipendere solo dall’amore divino dentro e fuori di noi. Nella nostra interiorità custodiamo un potenziale infinito: di solito ci avviciniamo a esso quando viviamo un momento di difficoltà: proprio perché abbiamo bisogno di più forza, la cerchiamo dove ancora non l’abbiamo esperita. Entrare in contatto con una forza nuova, di cui poi beneficeranno tutti gli altri campi della nostra vita, è proprio uno dei doni, se non il significato più grande, dei momenti difficili e delle sfide che tutti affrontiamo.

Ho sentito spesso usare l’espressione “sei andato fuori strada”, rivolta a qualcuno che ha vissuto dei momenti di blocco, di incertezza, di paura. Per me invece noi siamo sempre sulla nostra strada, perché ogni istante che viviamo fa parte del nostro percorso di crescita. Magari siamo semplicemente finiti in una fitta e selvaggia foresta, dove abbiamo perso di vista il sole: così la strada ci sembra più buia del solito. E poi, come si esce dalla foresta? E perché ci siamo entrati?

Anche rispondere a queste domande significa guarire.

Scoprite come posso aiutarvi cliccando qui.

La salute è la tua salvezza!

Sono sempre stata una persona fondamentalmente gioiosa e ottimista. Nel corso della mia vita ho avuto tante prove, e c’erano dei momenti in cui mi sentivo di assorbire molta negatività dal mondo intorno a me, o di alimentarla con le reazioni interiori a tutto quello che mi accadeva. Senza rendermene bene conto (e quindi senza avere la possibilità di liberare le ombre dentro di me), mi ritrovai intorno ai vent’anni con un corpo “avvelenato” da queste emozioni e sensazioni tossiche. E così pian piano mi ammalai. Ho avuto soprattutto dei persistenti problemi di pelle. Dopo tante allergie, avevo sviluppato una vasculite autoimmune, una di quelle malattie che di solito la medicina tradizionale cura con il cortisone: riducendo inizialmente l’infiammazione, ma rischiando poi di aggravare i sintomi. Avevo sempre tante macchie su tutto il corpo, ed ero gonfia. Ho risolto i miei problemi di pelle esclusivamente con rimedi naturali e omeopatici: nel giro di qualche anno mi sono ristabilita.

Oggi sono molto grata per ogni malattia che mi ha attraversato, e per tutto quello che mi ha insegnato.

Innanzitutto, a prendermi costantemente cura di me. Adesso quando ho un problema o un momento di stanchezza, penso spesso a come stavo male e mi sento serena “solo” per il fatto di stare benissimo. Ho capito che per una buona salute è necessario a volte moderare le reazioni emotive, e questo mi porta verso un dolce equilibrio quotidiano. La volontà di stare bene nel corpo ha focalizzato l’attenzione sul benessere del mio cuore e della mia anima. La ricerca in questo senso ti fa maturare (ebbene sì, ci ammaliamo per pensieri e convinzioni che, quando ci risvegliamo all’abbondanza della vita, diventano poi ridicoli) e ti fa cambiare modo di pensare e di essere. A chi vuole approfondire questo aspetto, consiglio per cominciare questi due libri:

1) Puoi guarire la tua vita

2) Ogni sintomo è un messaggio

Chi non l’ha ancora fatto, può anche leggere la mia esperienza con la rieducazione visiva e la dentosofia, cliccando qui e qui.

Io credo nell’approcciarsi alle malattie nel modo più naturale che esista. O comunque nel non limitarsi a sopprimere i sintomi, ma nel chiedersi perché la malattia è arrivata, cosa ti sta mostrando di te, quali cambiamenti ti sta chiedendo di fare. Altrimenti lo stato di malessere, anche in altre forme, continuerà a ripresentarsi. Dico spesso che il primo messaggio di ogni malattia è: prenditi cura di te. Non solo in senso fisico, ma anche emotivo e, perché no, spirituale. Credo quindi nel dialogo con la malattia (Avete mai provato a chiedere alla vostra malattia perché è arrivata? Io sì, e ho ottenuto delle ottime risposte). Credo nelle cure naturali (o comunque nell’uso intelligente della medicina tradizionale), perché finora solo esse prevedono il contatto e la comunicazione con il proprio corpo. Oggi in ogni caso la consapevolezza collettiva ed individuale si sta sviluppando sempre di più. Oggi in tanti parliamo dell’importanza di ascoltare i messaggi del proprio corpo: è un buon momento questo, per crescere e stare bene, ci sono ormai tanti medici che alla loro formazione professionale sentono di affiancarne una alternativa. Il medico che mi ha curato per anni aveva un’ottima conoscenza della medicina alternativa ma anche di quella tradizionale; utilizzava rimedi omeopatici, naturali e/o tradizionali, a seconda del caso del paziente. Credo che questo sia l’approccio migliore.

Se state male, attivatevi SUBITO per cominciare ad amarvi follemente. In qualunque modo, che sia leggere un testo importante, meditare, cercare il medico giusto, riposarvi, uscire, fare qualcosa che sognate da tempo.
Se avete l’immensa fortuna, non solo di vivere, ma anche di stare bene (solo quando sei stato male scopri quanto la salute sia uno stato meraviglioso), godetevi in tutti i modi le vostre giornate!

Vi abbraccio

Rossella

601469_4644795846203_965275382_n

Aggiornamento del 28/03/2014: Per “caso” mi è capitato di vedere questo video stamattina. Una tecnica del Dr Roy Martina per riequilibrare velocemente emozioni-ombra come paura, rabbia, frustrazione etc. Dura una decina di minuti ed è anche divertente!

A Febbraio si festeggia la luce.

Ciao a tutti, come state? Mi son resa conto che l’ultima volta che ho scritto sul blog risale a novembre: questi mesi son volati via velocemente, tra impegni vari, viaggi e tanto, ma tanto studio.

Com’è andato il vostro Imbolc? Avete acceso almeno una candela? Febbraio per me è  un mese un po’ speciale: dopo l’entusiasmo galoppante di gennaio, inizia con esso il periodo in cui ci si rimette a contatto con i propri progetti e desideri, con rinnovato impegno. Per me è sempre stato un mese in cui mi prendo cura di me su tutti i piani, mi godo momenti di meditazione e relax, ma nello stesso tempo… agisco!