Scritti da Saturno

di Rossella Arena

Categoria: spiritualità

Astrella di dicembre: articoli sugli unicorni e sui numeri degli angeli

Su Astrella di dicembre (già in edicola) sono presenti due miei articoli: uno dedicato al significato dei numeri secondo la visione angelica e uno agli unicorni. L’articolo sui numeri degli angeli nasce dal grande interesse per i messaggi che possono portare i numeri nella nostra vita quotidiana; quello sugli unicorni invece descrive il simbolismo di questi animali leggendari e informa su come chiedere il loro aiuto, dato che secondo molti sensitivi essi sono figure spirituali al servizio dell’uomo, simili agli angeli.

14947707_811572898945854_8431416124724977453_n

Buona lettura! 🙂

Annunci

“Dio è la mia avventura”, di Anna Maria Morsucci

annamariamorsucci

“Dio è la mia avventura” prende il suo titolo da “God is my adventure” (1935), in cui l’autore Rom Landau raccontò gli incontri con i mistici più famosi dell’epoca, fra cui Rudolf Steiner e G. I. Gurdjieff. La giornalista Anna Maria Morsucci ha conosciuto sette importanti personaggi della ricerca interiore e spirituale odierna e li ha intervistati per la rivista Sirio: il suo libro è una raccolta di queste interessanti interviste, arricchite per l’occasione di pezzi inediti.

Voglio presentarvi questo testo attraverso le parole dei suoi protagonisti, raccolte con cura ed impegno da Anna Maria.

————–

Brian Weiss è uno psichiatra americano noto per il suo lavoro con l’Ipnosi Regressiva.

Anna Maria Morsucci : A cosa serve ricordare il passato, le vite precedenti?

B. W.: Le vite che ricordiamo sono quelle importanti per questa incarnazione. Catherine, la mia prima paziente, ha ricordato soltanto dodici vite, sebbene ne abbia vissute molte di più. Quelle che le sono tornate alla memoria contenevano le lezioni che doveva imparare. (…) Ma dopotutto, ciò non è fondamentale. La cosa più importante è il presente, vivere il presente.

Alejandro Jodorowsky è lo scrittore e tarologo ideatore dello Psicosciamanesimo.

A. M. M. : Lavora con i tarocchi da moltissimi anni. Qual è l’insegnamento profondo che possono offrire a suo parere?

A. J.: Studio le Carte da quasi sessant’anni e posso dire con certezza che i Tarocchi sono un linguaggio. Come il tedesco, l’italiano, lo spagnolo. Sono un linguaggio visivo usato per sollecitare il caso. (…) Non servono per leggere il futuro, ma per comprendere il proprio Sé interiore. (…) Quando entri in contatto con loro, le Carte ti rivelano il tuo stadio di evoluzione; se lavori sulla Bellezza le vedrai sempre più belle; se lavori sulla Crudeltà le vedrai sempre più crudeli. Come in uno specchio.

* Robert Hand è un famoso astrologo, autore di libri come “Astrologia della Coppia”.

A. M. M.: Perché una persona dovrebbe studiare questa materia (l’Astrologia) oggi?

R. H.: La mia migliore risposta è: “Perché lo vuole”. Non credo che tutti possano essere interessati all’Astrologia, ma se una persona ha i miei stessi interessi – vale a dire Filosofia e Storia – l’Astrologia la soddisferà certamente. (…) A mio parere, insomma, questa disciplina riguarda tutto.

* Eric Pearl è il guaritore spirituale che sta diffondendo in tutto il mondo il metodo “The Reconnection”.

A. M. M.: In che cosa la sua tecnica di guarigione si differenzia dalle altre?

E. P.: La mia idea è che dobbiamo demistificare il processo di guarigione e permettere che diventi chiaro e semplice per tutti. (…) Le tecniche di guarigione energetica che si sono diffuse negli ultimi anni hanno svolto e continuano a svolgere un ruolo molto importante: aiutano a trovare un equilibrio. (…) Le tecniche ci conducono fino a un certo punto, dopodiché possono diventare una limitazione. Per questa ragione la guarigione riconnettiva non è una tecnica, non lo è mai stata.

* Doreen Virtue è considerata la più grande esperta mondiale di angeli.

A. M. M.: Come possiamo sentire la loro presenza (degli angeli) nella nostra vita?

D. V.: Possiamo sentirla nel nostro cuore. Il rapporto con gli Angeli diventa sempre più profondo se parliamo con loro regolarmente. (…) Le parole che usiamo (…) sono irrilevanti, perché gli Angeli comprendono i nostri veri sentimenti e desideri. (…) Ma se noi non chiediamo il loro aiuto, loro non possono intervenire. Esiste il libero arbitrio, dunque ogni persona è libera di scegliere la propria strada.

* Mauro Corona è scrittore ed alpinista innamorato della natura.

A. M. M. : Nelle sue opere si percepisce un rapporto molto stretto con la natura, con gli elementi. Come li vive? Ce n’è uno che sente più affine?

M. C.: Perdoni l’arroganza, ma sono costernato nel dover rispondere a domande così normali e naturali. (…) Io mi trovo bene nell’aria che respiro, nel cambio delle stagioni, nei boschi, accanto ai fuochi di bivacco quando vado a caccia, e anche davanti al fuoco della stufa in inverno. (…) Camminerei nudo, ma non per fare il nudista, bensì per farmi accarezzare dagli elementi, anche scottare dal fuoco. Per sentirmi corpo nei corpi.

* Richard Tarnas è filosofo, fondatore del corso di laurea in Filosofia, Cosmologia e Consapevolezza. Nelle sue ricerche coniuga Psicologia e Astrologia.

A. M.: L’astrologia è stata esclusa e svalutata dall’establishment intellettuale a partire da Cartesio. Quale può essere il suo ruolo nella nostra società?

R. T.: È il simbolo del paradosso che stiamo vivendo: da una parte l’Astrologia che noi pratichiamo ha così tanto valore da essere in grado di offrire importanti contributi in ogni ambito della vita umana, dall’altra questa disciplina è rigettata e derisa dal mondo accademico. Come tutti i grandi tesori spirituali, la sua verità è nascosta.

————–

Buona lettura! 🙂

Anna Maria Morsucci è nata a Ostra (An) il 12 agosto 1967 (Leone, Ascendente Pesci). Laureata in Lettere Classiche, è giornalista professionista e coach. Ha iniziato ad interessarsi alle discipline olistiche durante l’adolescenza, approfondendo negli anni in particolare lo studio della psicologia e delle neuroscienze. Scrive sulle principali riviste del settore, tra cui Sirio e Oltreconfine. Ha collaborato con il giornalista Claudio Sabelli Fioretti al libro satirico L’Oroscopo Bastardo 2013 e ha scritto Dio è la mia avventura, uscito a marzo 2015 per la casa editrice Spazio Interiore. Tiene conferenze e seminari dedicati ai Tarocchi e all’Astrologia, che considera strumenti di consapevolezza e di crescita personale. Maggiori info su: http://www.universomorsucci.com

4 esercizi per ricordare le tue vite precedenti (e migliorare la vita attuale)

Immagina di poter lasciare andare tutto ciò che ti appesantisce e che ti crea stress, fino a risplendere di salute ed energia. Sai che relazionarti con le tue memorie provenienti da altre vite potrebbe aiutarti considerevolmente in questo senso? Oggi moltissimi terapeuti utilizzano la regressione a vite precedenti per guarire con successo disturbi fisici cronici; oppure la guarigione può essere emotiva, contribuire a farti ritrovare fiducia, a sbloccare dei settori della tua vita, a superare inspiegabili fobie o comportamenti compulsivi come i disturbi alimentari; ancora, la liberazione può essere spirituale, perché in altre vite possiamo aver accumulato esperienze negative che ora ci fanno temere tutto quello che ha a che fare con ciò che è invisibile. La maggior parte delle volte si guarisce semplicemente accettando tutto ciò che è successo e, anche per gli avvenimenti più drammatici, aprendosi al perdono di sé e degli altri.

Per far questo è utile tornare indietro e rivivere i “momenti fermati”.

“I momenti che si sono fermati sono le risposte che non sono state ancora state trovate.”

(Igor Sibaldi)

Molti dei nostri schemi limitanti, molte paure ed emozioni eccessive possono provenire infatti non solo da esperienze vissute in questa vita, ma anche da traumi sperimentati durante le precedenti esistenze, che sono rimasti in qualche modo registrati nel nostro inconscio.

L’obiettivo è quindi trovare finalmente una risposta, così che la nostra energia vitale possa tornare a fluire.

Per saperne di più puoi affidarti alle regressioni o alle guarigioni con un operatore o tramite cd, leggere libri a tema (le esperienze degli altri possono risvegliare dei ricordi anche in te), seguire corsi dedicati.

Sappi anche che però ognuno di noi ha già dei ricordi molto precisi di ciò che ha sperimentato: il problema è che spesso li valuta come delle semplici fantasie, tendendo a sminuirne il valore e la credibilità. Vanno benissimo invece, anche perché quello che conta non è tanto stabilire quanto sia autentico quello che ricordiamo, ma notare la trasformazione che avviene in noi quando ci permettiamo di accogliere tutte le informazioni che riceviamo.

Io ti propongo dei semplici esercizi che puoi cominciare a fare da solo, per esercitarti a recuperare questo tipo di memorie.

1) Se c’è una civiltà che ti ha sempre incuriosito o alla quale ti sei sempre sentito molto vicino (ad esempio quella egiziana), fai più ricerche su di essa. Le informazioni che otterrai potrebbero favorire il recupero delle tue memorie.

2) Fai attenzione a tutte le situazioni in cui provi emozioni eccessive rispetto al contesto, o a tutte le aree della tua vita che necessitano di maggiore equilibrio. Possono darti grandi indicazioni sui nodi di vite precedenti su cui hai scelto di lavorare nella vita attuale, per poterli finalmente sciogliere.

3) Scegli una fra queste parole chiave: orfano, guerra, salute, figure autoritarie, amore, acqua, separazione, matrimonio, padre, madre, religione, violenza, voti, forza. Scrivila su un foglio o su un documento del computer e di seguito annota poi tutte le sensazioni e i ricordi che questa parola richiama in te.

4) Chiedi aiuto ai tuoi angeli e alle tue guide per avere più ricordi delle vite precedenti. Lo puoi fare anche se non sei un esperto di comunicazione angelica, perché i tuoi angeli custodi ti sono sempre vicini; hanno però bisogno che li chiami in causa, perché così dai loro il permesso di aiutarti. Prima di andare a dormire o prima di meditare puoi recitare questa invocazione: “Cari angeli custodi, fatemi rammentare tutte le esistenze precedenti il cui ricordo potrebbe essere utile per migliorare e rendere meravigliosa la mia vita attuale. Grazie!”

Comincia da quello che ti attrae di più. Concediti di fare una prova anche se sei scettico o completamente a digiuno  dell’argomento: se non altro ti potrebbero venire in mente tante storie interessanti e/o avrai trascorso un po’ di tempo con te stesso! 🙂